Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Sport
Juventus

Pianeta Juve - I bianconeri battono la dea

L'Analisi di Marco Rabellino

24 Novembre
10:50 2019

A Bergamo la partite contro l’Atalanta non sono mai semplici. I nerazzurri sono diventati una squadra rognosa per tutti. Al 16’ l’arbitro fischia un calcio di rigore per tocco di mano di Khedira che Barrow calcia sulla traversa e pasalic manda alto di testa. Ancora Atalanta pericolosa al 22’ con Pasalic di testa. Palla indirizzata all’angolino basso con Szczesny che si supera e salva sulla linea.

Pochi minuti e Gomez scende sulla fascia, mette in mezzo trovando Hatebour che calcia a porta vuota ma tre giocatori bianconeri chiudono lo specchio della porta e ribattono.

Primo tempo sterile della Juve che vede la porta solo nella seconda frazione con Higuain che devia debolmente verso la porta. Al 56’ la Dea passa in vantaggio con gosens. Cross di barrow e Gosens di testa mette in porta. La Juve si accende con Dybala al 70’. Azione solitaria della Joya che entra in area dribbando più avversari ma al momento del tiro viene fermato.

Al 74’ i bianconeri trovano il pareggio. Higuain trova il gol con deviazione di Toloi che mette fuori causa Gollini.

Al minuto 82 Dybala serve Cuadrado libero sulla fascia, palla in mezzo dove Higuain raccoglie e mette dentro portando la Juve in vantaggio.

Nel finale c’è gloria anche per Dybala che al 92’ si lancia in solitaria verso la porta, si porta palla sul sinistro e trafigge sul palo vicino Gollini.

Una Juve che fa fatica a ritrovarsi e lascia spazi all’Atalanta per tutto il primo tempo. Dopo il gol mette la quarta e travolge con bel gioco l’avversario.

Higuain è l’uomo match. Non si vede per 45’ poi segna due gol decisivi. Dybala si accende solo nel finale ma diventa fondamentale. Segna anche il gol che chiude definitivamente la partita

Szczesny salva più volte il risultato nel primo tempo. Nel secondo copre bene la porta e grazie a lui se la Juve non tracolla già nella prima parte di match.

De Ligt perfetto. Alcuni interventi ottimi in chiusura, salva su Hateboer a porta vuota e non sbaglia nulla.

Bonucci è la prima volta che viene surclassato dal giovane compagno di reparto. Qualche problema in copertura.

Cuadrado soffre le avanzate dei bergamaschi e lascia libero di segnare Gosens. Rimedia con l’assist al Pipita che porta al vantaggio.

De Sciglio sbaglia poco e si spinge bene in avanti. Gioca nella fascia opposta alla sua ma non delude.

Pjanic viene accerchiato dai giocatori bergamaschi che impediscono le sue giocate. Ci prova su calci da fermo senza trovare il colpo giusto.

Betancur non brilla per tutta la partita. Viene cambiato con Costa che dona velocità ai bianconeri ma non spacca la partita come si è visto fare nelle ultime partite.

Khedira non è in giornata. Gli inserimenti non hanno i tempi giusti e concede il rigore ai bergamaschi intervenendo con braccio largo. Viene sostituito da Emre Can.

Bernardeschi continua nella sua fase difficile. Esce per infortunio lasciando spazio a Ramsey che non incide nella fase offensiva come ci si aspetta.

Tralasciando il 65’ di non gioco dei bianconeri, gli ultimi 25 sono stati giocati con ottima fluidità di manovra e buoni inserimenti. Magari tenendo la qualità di gioco per tutta la partita i risultati non sarebbero in bilico fino alla fine.

 

Marco Rabellino

 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo