Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Recensioni
Libri

Padova – I Borghi italiani e stranieri rinati in un libro edito da il Poligrafo

Le strategie e le rivalutazioni individuate per salvare dal degrado i borghi abbandonati- fonte di economia anche per il settore immobiliare

3 Dicembre
13:00 2019

La copertina del volume:”Borghi Rinati. Paesaggi Abbandonati e interventi di rigenerazione” edito da Il Poligrafo (pp.206 riccamente illustrato € 35.00) - riporta una bella visuale dei “ Sassi di Matera”-  è frutto di una approfondita  ricerca condiviso tra gli autori Carlo Berizzi che è direttore della collana “Architettura e città nuove forme dell’abitare”, il quale ha scritto il saggio iniziale, mentre Lucia Rocchelli ha curato la sezione dei casi di studio.   

Nell’introduzione  del libro Vincenzo Albanese (founder e CEO di Sigest) scrive:” Con Borghi rinati. Paesaggi abbandonati e interventi di rigenerazione l’oggetto dell’indagine si amplia dalla città alla provincia per aiutare il lettore a cogliere il ruolo strategico che i borghi potrebbero avere nell’economia italiana se solo venissero opportunamente valorizzati”.

Il testo molto interessante, stende nelle sue pagine - documentate da un’iconografia fotografica eccellente - sei strategie per riattivare alla vitalità questi borghi, trascurati dimenticati abbandonati in passato. Brevemente citeremo questi punti, mandando il lettore alla consultazione del testo per all’approfondimento.

Lo spopolamento dei centri minori è una dinamica propria della società odierna che vede nelle grandi città la risposta ai temi della globalizzazione. Eppure le aree interne rivestono un ruolo fondamentale non solo per la tutela del patrimonio storico e culturale e del paesaggio esistente, ma anche per la possibilità di promuovere stili di vita alternativi a quelli metropolitani e di favorire lo sviluppo di modelli economici e sociali innovativi capaci di coniugare tradizione e contemporaneità.

I vuoti lasciati dai movimenti demografici sono qui visti come altrettante possibilità di rinascita dei borghi italiani ed esteri attraverso l’analisi  dei più significativi casi studio organizzati all’interno di sei strategie: l’ospitalità  che è spesso  messa in atto da  una visione coraggiosa da un visitatore esterno o da un  ex residente ritornato, che diventa  spesso un pioniere che decenni orsono intravide il potenziale di un villaggio in stato di semi abbandono.

L’ospitalità è un’altra strategia per mantenere in vita un centro periferico a rischio di spegnimento. L’attività produttiva praticata in questi borghi rinati segue due percorsi alternativi che talvolta si intersecano. La continuità con la storia locale, l’altra è quella degli inserimenti di laboratori o uffici completamento diverso da quello caseario o agricolo. La cultura, talvolta in questi  borghi abbandonati o quasi,  qui studiati,  cessano di essere paesi nel senso urbano del termine assumendo una connotazione sperimentale di laboratorio permanente.

Molti di questi centri si rianimano in periodi quasi sempre estivi, quando si tengono concerti, festival di cinema anche a livello internazionale,  ma ahimè,  passata la stagione tutto si spegne nei rimanenti mesi dell’anno. La conservazione sortisce un duplice effetto: fisico e tangibile da un lato, gli edifici sull’orlo del collasso che  vengono ripristinati  nella loro integrità muraria; psicologico dall’altro. Infine la cooperazione, l’azione collettiva che diventa uno dei motori più frequenti della rinascita.

Ne emerge, da queste pagine, lo stimolo a un dibattito sulla corretta strategia di recupero di tali paesaggi e sul rapporto che questi potrebbero intrattenere con la loro controparte urbana. Il testo del libro è corredata da un intervento della giornalista di architettura  Paola Pierotti  e da un’intervista all’architetto Mario Cucinella, che da anni coltiva il tema delle nuove architetture per la riattivazioni  delle aree interne.

 “Il volume vuole inoltre testimoniare – continua Vincenzo Albanese - la nostra convinzione che il  mondo dell’immobiliare debba mettere in atto le nuove tecnologie al  centro del lavoro  collaborando a fianco di chi abita nei borghi per sviluppare ambienti stimolanti”.   

Autori:

Carlo Berizzi, Professore associato di Progettazione architettonica e urbana presso il Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura dell’Università degli Studi di Pavia.

Lucia Rocchelli, laureata in Ingegneria Edile- Architettura all’Università degli Studi di Pavia,ha studiato presso la London City University of Oregon.

Descrizione foto:

Copertina libro

“Borghi Rinati” Carlo Berizzi, Lucia Rocchelli, pp 206 ill. colori e b/n Il Poligrafo, Padova 2019,€ 35.00.

Il volume si può richiedere a: Il Poligrafo Casa Editrice Via Cassan 14 (piazza Eremitani) 35121 Padova Tel.049-8360887 www.poligrafo.it

 

 

 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo