Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cronaca Torino

Cronaca dai quartieri di Torino - Difficoltà per il Centro d’Incontro della Tesoriera

Ritardo nei contributi economici da parte della Circoscrizione 4

Da sx Cesare Olivero e Giuseppe Costantino
27 Dicembre
09:30 2019

A Don Michele Plassa, che fu parroco della Parrocchia Madonna della Divina Provvidenza, è intestato il Centro di Incontro che sorge nel complesso della Tesoriera.

Un prezioso centro di aggregazione del quartiere soprattutto per gli anziani, per coloro che colà si ritrovano per passare momenti di serenità e di piacevole compagnia allontanando la solitudine, il male peggiore che possa colpire la non più verde età.

Ne abbiamo parlato con Cesare Olivero, Presidente del sodalizio, e con Giuseppe Costantino, membro del Direttivo, che vanta un eccellente trascorso boccistico sportivo in cui brillano due tricolori conseguiti nella categoria allievi.

Come si sa, lo sport delle bocce non gode più del riscontro di un tempo; è rimasto a livello locale e viene ormai per lo più praticato dagli anziani, per l’appunto, pur conservando ancora una ben precisa identità all’interno del CONI.

Le strutture si sostengono per lo più con il volontariato e con le quote di associazione che diminuiscono di anno in anno, come ci ha detto il Presidente, per la pura questione anagrafica che, purtroppo, assottiglia il numero degli iscritti.

E nel caso specifico, la Società Michele Plassa lamenta un ritardo nei contributi economici che devono pervenire dall’Ente locale amministrativo comunale: la Circoscrizione. In particolare il Presidente aspetta fin dal lontano luglio i fondi che servono per le spese vive, peraltro concordati a suo tempo, divenute quasi insostenibili con i soli contributi dei soci.

La Società, come ci ha detto Giuseppe Costantino era, un tempo, all’interno della Tesoriera, ma cinque anni or sono, dopo una trentina di attività, si dovette trasferire nell’attuale collocazione, peraltro decorosa e funzionale con la promessa di un aiuto per la gestione economica.

Ma il problema più incombente, ha aggiunto Olivero, è il rinnovo della gestione, che scade ogni 5 anni, e che il prossimo 11 gennaio andrà fatta con il versamento della quota:

“Inoltre devo presentare il rendiconto della gestione passata ai soci e mi è difficile dire loro che il bilancio è in rosso a causa dei contributi non corrisposti dalla Circoscrizione”.

Ma questa non è una sua colpa, abbiamo detto al Presidente; tuttavia la situazione è precaria per cui o arrivano o si deve trovare una sorta di compensazione in modo di garantire il prosieguo di un’attività di quartiere che, con il passare degli anni, si fa sempre più indispensabile per gli anziani del Borgo.

Seguiremo l’evolversi della situazione con la speranza di poter dire presto che la situazione si è risolta e che il Centro d’Incontro di via Asinari di Bernezzo, che ricordiamo ha sede nell’ex residenza del custode della Tesoriera, può continuare nella sua altamente qualificata funzione sociale.

Nella Parrocchia luccica la targa che ricorda Don Michele Plassa, possiamo dire il fondatore di questo luogo di ritrovo e aggregazione; possiamo inoltre testimoniare l’impegno del Presidente Cesare Olivero e di tutti i componenti del Direttivo.

Vorremo poter dire altrettanto sull’operato, in proposito, della Circoscrizione 4 e ci auguriamo di poterlo fare nel più breve tempo possibile.

Condividi l'articolo

Rubrica di

Commenti all'articolo