Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Sport
Torino

Pianeta Toro – Ai granata non basta l'arrivo in panchina di Moreno Longo

La Sampdoria di Ranieri fa il pieno all'Olimpico Grande Torino

9 Febbraio
15:15 2020

Criticare l'esordio negativo di Moreno Longo sulla panchina granata è un'opinione del tutto gratuita che appartiene ai cultori del negativo.

Certamente il pesante risultato subito fra le mura amiche non è confortante, sul momento, ma deve essere il punto da cui partire svoltando pagina, mettendo alle spalle un passato fatto di tanti episodi, buoni o meno buoni, che hanno d'altronde determinato il cambio di conduzione.

A Longo va comunque riconosciuta l'onestà intellettuale con cui ha dovuto, più che saputo, accettare un risultato che in cuor suo sperava non si concretizzasse in pochi minuti dopo che il Toro era passato in vantaggio, al decimo della ripresa, con Verdi.

Ed invece la breve illusione lasciava spazio, purtroppo per il Popolo granata, ad un capovolgimento di fronte  che si concretizzava nella doppietta del blucerchiato Ramirez (70° e 75°) e nel rigore messo a segno da Quagliarella al 78° "corredato" dall'espulsione del granata Izzo.

Otto minuti in cui si è rivissuto l'incubo del recente passato segnato dalle 15 reti subite in 3 partite (Atalanta 7, Milan 4, Lecce 4) che di fatto hanno determinato la dipartita di Walter Mazzarri.

Per cui un duro lavoro, soprattutto mentale sui giocatori, attende il "ragazzo del Fila" che ha le carte in regola per ribaltare una situazione assai preoccupante per il morale di una squadra che dalla zona internazionale si è trovata assai vicino alle soglie della zona retrocessione dopo aver perso con due "dirette" concorrenti (Lecce e Sampdoria).

Lunedì 17 febbraio, nel posticipo, Il Toro ritroverà il Milan in quel di San Siro e dovrà dimostrare che la cura Longo sta dando gli effetti positivi che tutti i tifosi ormai pretendono dalla squadra; i personaggi in cerca d'autore, in trasposizione allegorica, sono più dei sei di pirandelliana memoria: ma oggi l'autore c'è ed è Moreno Longo.

(immagini Torino FC)

 

 

Condividi l'articolo

Rubrica di

Commenti all'articolo