Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Sport
Torino

Pianeta Toro – A San Siro quinto tonfo consecutivo

Al Milan basta un affondo per affondare i granata

18 Febbraio
09:30 2020

Massimo risultato con il minimo sforzo: questa, in sintesi, la prova di un Milan che si riaffaccia nella Zona Europa lasciando il Toro sempre più in balìa di se stesso e sempre più vicino alla Zona Calda della classifica.

E’ bastato un affondo al 25° della prima frazione di gioco per dare ai rossoneri i tre punti in palio. Ci ha pensato Rebic a trafiggere il portierone granata Sirigu che nulla ha potuto sulla conclusione del meneghino di casa Boban/Maldini.

Un’altra stazione amara, la quinta consecutiva, per il calvario che il Toro sta affrontando con la speranza di non giungere alle ultime tornate del campionato per giocarsi la permanenza in serie A. Ma l’impresa è sempre più dura; già domenica prossima, in casa contro il Parma, Moreno Longo si troverà a dover fare delle scelte, anche dolorose per qualcuno.

Il tutto per dare al Toro quella carica che serve per giocare da Toro, per affrontare l’avversario mettendolo in difficoltà fin da subito senza subire la personalità di una squadra che veleggia nelle parti alte della classifica insieme con il Verona, ambedue rivelazioni di questo campionato in cui i granata sono partiti con il piede giusto inciampando, tuttavia, nel primo scalino.

Era la terza giornata e di lì in poi sono iniziati i guai per l’allora Mister Walter Mazzarri con una situazione assai preoccupante che Longo, il “ragazzo del Fila”, dovrà risolvere lavorando soprattutto sul morale di una squadra che pare, tranne rarissimi sprazzi, ai minimi termini.

Non ci è piaciuto, e lo affermo con piena sincerità, il “contratto” offerto dal Presidente Cairo a Moreno Longo fino a giugno: una sorta di compromesso con la tifoseria ormai stufa di storie e recriminazioni che non portano da nessuna parte.

Avremmo preferito l’espressione della piena fiducia per un progetto che sicuramente Moreno Longo custodisce nel “Vecchio Cuore Granata” per salvare la squadra, innanzitutto, dalla retrocessione, ma anche per iniziare un nuovo cammino verso quel futuro che oggi sembra sempre più remoto.

(immagini Torino FC)

Condividi l'articolo

Rubrica di

Commenti all'articolo