Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Politica Nazionale

Sardine: mute (o quasi) come pesci

Quando la Politica è solo questione di pelle

20 Febbraio
08:15 2020

Finalmente! Nell’epoca della Fantapolitica e dei racconti (pardon, racConte!) che se non fossero veri sarebbero a dir poco tragicomici, la nave Italia e i suoi abitanti hanno finalmente capito quale novità frigge in pentola…

Dopo l’esperienza dei Grillini, ormai decotti e saltati col PD dalla padella alla brace, ora sono le Sardine a risalire la corrente come nuovo movimento di protesta. Per inciso, protesta contro che cosa? Contro la Lega di Salvini che pure è all’opposizione, mentre Di Maio e compagni – i quali sognavano il Parlamento per aprirlo come una scatoletta di tonno – riescono a dare cenni di vita solo uscendo dai palazzi e tornando in piazza.

Comunque il maschio alfa delle Sardine, Mattia Santori, ha finalmente spiegato per quale ragione ci si opponga con così tanta strenuità al pescecane Salvini… e con quale tipo di messaggio politico si voglia cavalcare l’onda della protesta.

Perché non si Lega? Perché “Salvini è un erotico tamarro, noi proponiamo un modello erotico romantico”… Per carità, nel pieno rispetto della libertà di tutti, ognuno è libero di sentire “a pelle” la Politica come meglio crede. Di certo una risposta del genere avrebbe sconcertato il buon Platone, il quale nella realizzazione del Bene comune vedeva più un dovere che non una questione di piacere. E poi a certuni (che forse su questo terreno pratico sono come dire pesciolini fuor d’acqua) bisognerebbe ricordare che prima degli animi si eccitano le pance, perché “chi non lavora non fa l’amore”… e la gente non vuole smancerie ma concretezza. Soluzioni non serenate. Non si può scopare il mare.

Adesso, per lo meno, si è finalmente capito come il loro sia davvero un ideale politico di amore… Non come quello di certi giornaloni, che da una parte osannano le Sardine anime belle e dall’altra vogliono cancellare Salvini pericoloso sovversivo.

La Politica è fuoco e passione e come tale deve riuscire a plasmare e trasformare l’esistente. Quando però i bollenti spiriti perdono ogni forma di contatto con la realtà, parlando di ideologia e non di idee, i fatti spariscono e rimangono solo parole vuote. Forse divertenti, di certo insensate. E allora tanto vale restare muti come pesci.

 

 

(Immagine in copertina tratta da dagospia.com)

 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo