Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Recensioni
Libri

Forlì – Pagine per apprezzare le opere d’arte lasciate dalla natura

Immortalate in un libro strenna della Fondazione Casa dei Risparmi di Forlì meravigliose fotografie del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi

30 Marzo
10:00 2020

Poesia,libertà,felicità,semplicità sono questi ingredienti che riscontriamo nel bellissimo volume annuale  in edizione bilingue italiano inglese  voluto  dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, Fondazione Cassa di Risparmiò di Cesena,  “Sulle Spalle dei Giganti” foto copertina  tratta da una sezione di fotografia di Alessandro Cappuccioni ( pp.111 ill. colori e b/n € 19.00).

L’iniziativa, curata da Nevio Agostini, Genny Cangini, Franco Locatelli Paolo Rambelli, viene anche eseguita  in collaborazione con l’Ente Parco Nazionale della Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna,  ed è dedicato allo straordinario patrimonio floro - faunistico e storico culturale del Parco Nazionale che si estende per quasi trentasette mila ettari tra la Romagna e la Toscana.

Il libro intitolato “Sulle spalle dei giganti”, attraverso centoventicinque scatti straordinari di undici straordinari fotografi  naturalisti (Giorgio Amadori, Flavio Bianchedi, Genny Cangini, Alessandro Cappuccioni, Alberto Fornasari, Giordano Giacomini, Francesco Lemma, Roberta Marchi, Giuseppe Molinari, Roberto Sauli e Fabio Savini) ci fanno riscoprire in questo momento non facile, la bellezza  del creato, di quella  natura, unica che dobbiamo conservare per continuare a sognare e avere tanta, tanta  speranza.

Il libro si suddivide in cinque sezioni, ogni sezione si apre con il riporto di passi di illustri  poeti e scrittori. Per il capitolo “Divinità pietrificate” viene scelto un passo di Ludovico Ariosto tratto dal canto IV dell’Orlando Furioso; Dante Alighieri con il canto XVI dell’Inferno della Divina Commedia, onora il capitolo “Cieli Capovolti”, Olindo Guerrini con «Brani di vita», illustra la  terza sezione “Cattedrali che toccano il Cielo”; Giovanni  Pascoli, con una strofa de «Il Ciocco» apre il capitolo dedicato a quanto si muove nel parco: dagli uccelli, alle specie che strisciano,  a quelle che nuotano.

Infine nell’ultimo quinto capitolo “Sulle sacre pietre”, un brano dai «Canti Orfici» di Dino Campana.  Il libro è   impreziosito da venticinque fotografie in bianco e nero tratte dagli archivi di Pietro Zangheri e Torquato Nanni. Roberto Pinza  Presidente  della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì scrive nel saluto istituzionale:

”….  l’obbiettivo di questo volume non è quello di offrire una panoramica in qualche modo esaustiva del Parco, quanto quello di spingere il lettore a sfruttare la sua rete di oltre seicento chilometri di sentieri per scoprirne – quando tutto sarà finito - di persona l’incredibile varietà di ambienti e la straordinaria biodiversità, fatta di migliaia di specie animali e vegetali che interagiscono tra loro”.

Completano i saluti istituzionali di  Roberto Graziani (Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena),  il Presidente Luca Santini e il Vice Presidente  Marco Baccini del Parco Nazionale Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna.

Riportiamo un passo di descrizione del capitolo «Cattedrali che toccano il Cielo»  di  Nevio Agostini:“Vi sono spettacoli che non hanno bisogno di menti preparate e di studi approfonditi: si rimane sbalorditi e incantati dalla loro bellezza che sia arte, cultura o natura. Senza saperlo diventiamo persone migliori, apprezziamo e rispettiamo tutto ciò che ci sta attorno”.

Copertina libro:veduta di Pian delle Fontanelle, foto eseguita da Alessandro Cappuccioni

 

 

 

 

 

 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo