Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Voci e cose dal Piemonte

I Duchi d'Aosta presidenti onorari dell'Asilo "Regina Margherita" di Asti

Il Principe Amedeo di Savoia, duca d'Aosta, e la principessa Silvia di Savoia, duchessa d'Aosta, sono da sempre impegnati nell'ambito sociale, specialmente attraverso iniziative a difesa dell’infanzia

2 Giugno
14:00 2020

Il 16 aprile di quest’anno “Civico20News” ha pubblicato l’appello per sostenere l'Asilo "Regina Margherita" di Asti, una delle principali istituzioni scolastiche storiche della città.

Apprendiamo ora che, a distanza di quasi 130 anni dalla sua fondazione e dall’inaugurazione con i reali italiani, l’Asilo “Regina Margherita” ha come nuovi presidenti onorari il principe Amedeo di Savoia, Duca d’Aosta e la principessa Silvia di Savoia, duchessa d’Aosta.

La Scuola dell'Infanzia Regina Margherita di Asti, oggi ente benefico afferente all’omonima Fondazione, venne fondata il 20 novembre del 1891, giorno della nascita di Sua Maestà la Regina Margherita e grazie alla ferrea volontà dell'avvocato Giuseppe Bocca, che poi divenne sindaco di Asti, e che fu il principale ideatore e promotore della struttura insieme alla sovrana. Fu il 9 giugno 1898 che si tenne l'inaugurazione della Scuola dell'Infanzia alla presenza delle Loro Altezze Reali il Duca Emanuele Filiberto d'Aosta e la Duchessa Maria Letizia d'Aosta. Negli anni a seguire la Sovrana visitò più volte l’Asilo, sempre infondendo coraggio e sollecitando le famiglie abbienti astigiane alla benevolenza verso l’Istituzione.

Oggi, i reali d’Italia tornano ad occuparsi della struttura. I Duchi d’Aosta sono da sempre impegnati nell’ambito sociale, specialmente attraverso iniziative a difesa dell’infanzia: la Duchessa Silvia è Ufficiale del Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa e insieme al Duca Amedeo ha partecipando a numerose missioni umanitarie in Africa e Medioriente. Pochi giorni fa le Loro Altezze Reali hanno accolto la proposta di assumere la carica della presidenza ad honorem dell’Asilo di Asti.

«I Principi – spiega il presidente della Scuola, Claudio Mogliotti - con grande favore hanno accettato tale carica che, nel solco della tradizione di Casa Savoia e dell’Istituzione, rappresenta una simbolica continuità storica di presenza di membri della Casa Reale sul territorio astigiano. Fondamentale è stata l’intercessione dell’avvocato torinese Fabrizio Nucera Giampaolo».

In questi ultimi mesi la Scuola è chiusa, come tutte le altre, a causa delle misure imposte per la prevenzione del contagio e questo sta mettendo a dura prova la sua sopravvivenza. L'istituto è retto dal punto di vista giuridico ed amministrativo dal suo presidente, nominato dal sindaco di Asti, e da un consiglio di amministrazione composto da quattro membri nominati dalle principali istituzioni laiche e religiose cittadine.

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo