Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Di tutto un po'

MTV- L’antenato di Youtube. Di Clara Bon

Storia di un canale televisivo dedicato alla musica

4 Gennaio
10:30 2020

Se, al giorno d’oggi, ci venisse voglia di ascoltare una canzone e guardarne il video musicale, avremmo una miriade di modi per farlo. Ormai qualsiasi cellulare è in grado di collegarci a qualche App, appositamente nata per poter portare le nostre canzoni e i nostri video ovunque con noi.

Basti pensare a Youtube, una delle piattaforme web più famose e utilizzate di sempre, su cui è possibile dal 2005 condividere e visualizzare in rete contenuti multimediali.

Una ventina di anni fa, una cosa del genere, non era affatto scontata.
Il video musicale diventa infatti mainstream nel 1981, con l’avvento di MTV.

MTV, che oggi tutti consociamo viene lanciato 1° agosto nel 1981. Era un canale televisivo a pagamento statunitense con sede a New York, il cui intento principale era quello di trasmettere una notevole quantità di video musicali, introdotti da diverse personalità che preso col tempo il nome di VJ. 

La prima trasmissione del 1° agosto 1981 si aprì con le parole di John Lack  "Ladies and gentleman, rock and roll" ("Signore e signori, rock and roll") accompagnate dalle immagini dell’intera preparazione al lancio dello Space Shuttle Columbia, avvenuto nell’aprile di quello stesso anno.

L'idea di utilizzare queste immagini fu dei produttori originari di MTV, Alan Goodman e Fred Seibert, i quali intendevano trasmettere allo spettatore la sensazione di assistere ad un momento televisivo storico.

Il primo video musicale ad essere trasmesso fu ironicamente Video Killed the Radio Star dei The Buggles, il secondo fu invece You Better Run di Pat Benatar.  

A partire dagli anni 2000, MTV ridusse drasticamente le fasce di rotazione musicale.
Nel 2000 i video musicali occupavano 8 ore al giorno del palinsesto di MTV, nel 2008 venivano dedicate alla musica solo 3 ore scarse.

Questo fu principalmente dovuto al boom di internet a cui si assistette in maniera rapidissima e che portò lo spettatore a spostarsi dalla TV al computer. MTV iniziò a trasmettere molti reality show, nonché serie televisive, indirizzate soprattutto al target adolescenziale e ai giovani adulti.

Si deve a MTV l’aver lanciato, per il mercato americano, innumerevoli canali a tema, alcuni dei quali in seguito sono diventati indipendenti.

L’influenza che MTV ha avuto sul suo pubblico, come le questioni relative alla censura e all’attivismo sociale, sono e continuano ad essere oggetto dio dibattito. 

In Europa, approda via satellite in edizione localizzata il 1° agosto 1987. Mentre in altri paesi era possibile ricevere il canale via cavo, in Italia, dove la diffusione delle trasmissioni via cavo era praticamente inesistente, era visibile solo tramite il satellite Astra. Sempre in Italia, nei primissimi anni novanta, diverse emittenti regionali iniziarono a trasmettere il segnale di MTV Europe per 6 ore al giorno.

 

                                                                                      Clara Bon

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo