Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cultura

Convegno di Studi “Da Caporetto alla Vittoria (1917-1918)”, a Saluzzo (Cuneo)

L’incontro, organizzato dall’Associazione di Studi Storici “Giovanni Giolitti” e dall’Associazione di Studi sul Saluzzese, si terrà il prossimo giovedì 26 ottobre

21 Ottobre
10:00 2017

L’Associazione di studi storici “Giovanni Giolitti” di Cavour (Torino) e l’Associazione di Studi sul Saluzzese, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Saluzzo, organizzano il Convegno di Studi “Da Caporetto alla Vittoria (1917-1918)”, che si terrà il prossimo giovedì 26 ottobre a Saluzzo (Cuneo), nel Salone della Cassa di Risparmio di Saluzzo (g.c.), in corso Italia 86, con ingresso anche da piazza Denina, sino a esaurimento posti.

Tra il 24 ottobre e l’8 novembre del 1917, l’Esercito italiano fronteggiò l’offensiva austro-germanica, che comportò la ritirata del fronte dall’Isonzo al Piave e gravi perdite. Due anni dopo l’intervento, era al culmine la tensione tra il Comandante Supremo, Luigi Cadorna, e il presidente del governo, Paolo Boselli, messo in minoranza proprio mentre iniziava l’avanzata nemica, nel quadro europeo segnato dalla rivoluzione bolscevica in Russia.

Re Vittorio Emanuele III, il suo Luogotenente, Tomaso di Savoia, e il nuovo governo presieduto da Vittorio Emanuele Orlando, sorretto alla Camera anche da Giovanni Giolitti, guidarono lo sforzo nazionale che animò le Forze Armate dalla battaglia d’arresto sul Piave a quella del Solstizio (giugno 1918) e alla Vittoria (3-4 novembre 1918).

Unificato da appena mezzo secolo, pur tra enormi difficoltà il Paese resse e coronò il Risorgimento. Il Convegno passa in rassegna temi e protagonisti italiani della Grande Guerra e approfondisce le condizioni dei soldati, in specie fanti e alpini, così Aldo A. Mola, Direttore dell’Associazione di studi storici “Giovanni Giolitti”, presenta le tematiche che saranno prese in esame.

Questo il programma del convegno:

Ore 8:45 - Prof. Gianni Rabbia, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Saluzzo, Apertura dei lavori.

Saluti istituzionali.

Presiede Giuseppe Catenacci, Presidente dell’Associazione Nazionale ex Allievi della Nunziatella

h. 9.15-12.45

Tito Lucrezio Rizzo, Univ. La Sapienza (Roma), Tomaso di Savoia, Luogotenente del Re d’Italia (1915-1919).

Aldo G. Ricci, Sovrintendente Emerito dell’Archivio Centrale dello Stato, Le “terre contese” tra occupazione nemica e ricostruzione.

Federico Lucarini, Università del Salento, Antonio Salandra dopo il governo Salandra.

Gian Paolo Ferraioli, Università della Campania “L. Vanvitelli”, Gli Stati Uniti d’America sul fronte italiano (1917-1918).

Col. Carlo Cadorna, La visione strategica del Comandante Supremo Luigi Cadorna.

Aldo A. Mola, Marco Aurelio di Saluzzo, protagonista dell’età giolittiana: militare, amministratore locale, parlamentare, sottosegretario di Stato nella Grande Guerra.

Ore 12.30 Interventi.

Ore 16 Presiede: avv. Giovanna Giolitti

Angelo G. Sabatini, Direttore di “Tempo Presente”, Guerra di trincea e solitudine del fante.

Claudio Susmel, La staffetta della Vittoria (Orlando-Nitti-d’Annunzio-Giolitti).

Giorgio Sangiorgi, filmografo, Caporetto e Vittorio Veneto nella cinematografia (con proiezione).

Avv. Alessandro Agostinucci, Storia di un Alpino. Da Caporetto alla Vittoria (ed. Associazione Nazionale Alpini).

Ore 18.30 Interventi e Conclusioni.

In considerazione dell’importanza dei temi esaminati, Alessandro Mella, presidente dell’Associazione di Studi Storici “Giovanni Giolitti”, e Giovanni Rabbia, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Saluzzo, si augurano una buona partecipazione di pubblico, non soltanto di addetti ai lavori.

 

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo