Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

redazione@civico20news.it

Cultura

Il 90° della morte di Giovanni Giolitti ricordato a Cavour (Torino)

Martedì 17 luglio, con un minuto di silenzio dinnanzi alla tomba Giolitti- Plochiù, nel cimitero comunale, dopo la deposizione di una corona di alloro

20 Luglio
16:00 2018

A Cavour (Torino), alle ore 18 di martedì 17 luglio, Giovanni Giolitti, lo Statista della Nuova Italia, è stato ricordato nel 90° della morte, per iniziativa della Associazione di Studi Storici a lui intitolata. Dinnanzi alla tomba Giolitti- Plochiù, nel cimitero comunale, deposta una corona di alloro, il presidente dell’Associazione (ASSGG) Alessandro Mella ed il presidente onorario avv. Giovanna Giolitti hanno invitato i presenti a raccogliersi in silenzio per un minuto.

Il direttore scientifico prof. Aldo A. Mola ne ha brevemente rievocato la figura: monarchico, liberale, riformatore, cinque volte presidente del Consiglio dei ministri (1892-1921), Collare della SS. Annunziata, Statista eminente al pari di Camillo Cavour e Luigi Einaudi, come ricordato recentemente dal Presidente Sergio Mattarella.

La visione politica di Giolitti (1842-1928), pionieristica e lungimirante, e il suo alto senso dello Stato sono ancor oggi attualissimi, meritano studi e approfondimenti e rimangono misura di una classe dirigente all'altezza delle aspirazioni degli italiani.

Alla sobria iniziativa memoriale hanno presenziato o aderito con messaggi eloquenti: S.A.R. la Principessa Maria Gabriella di Savoia; la Prefettura di Cuneo; il dott. Nerio Nesi, presidente della Fondazione Camillo Cavour (Santena); il cons. reg. Gianna Gancia; l’on. dott. Mino Giachino, già sottosegretario di Stato; il col. Antonio Zerrillo, Comando Militare Regione Piemonte; il dott. Francesco Rossa, Civico 20 News; il gen. Giorgio Blais, l’ing. Gianfranco Billotti, Presidente UniTre Piemonte e la prof.sa Catterina Maurino, Unitre Cavour; il dott. Camillo Zuccoli, ambasciatore del Sovrano Militare Ordine di Malta in Bulgaria; l’arch. Roberto Einaudi, Fondazione Luigi Einaudi (Torino), l’avv. Attilio Mola, Presidente della Associazione di Studi sul Saluzzese; il prof. Giovanni Rabbia, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Saluzzo e componente della Consulta dei Senatori del Regno; l’on. Enrico Costa; l’on. Guido Crosetto; l’on. Daniele Capezzone; l’on. Daniela Ruffino; il geom. Mario Monge, Sindaco di Torre San Giorgio, aderente alla ASSGG; il Prof. Romano Ugolini, Presidente dell'Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, Roma; il prof. Cosimo Ceccuti, presidente Fondazione Giovanni Spadolini- Nuova Antologia; la dott.ssa Albina Malerba, Direttrice Centro Studi Piemontesi, Torino; il prof. avv. Tito Lucrezio Rizzo, giurista, Univ. La Sapienza Roma; il prof. Nico Perrone, Università di Bari; Enrico Morbelli, Scuole di Liberalismo, Torino; l’avv. Gianmaria Dalmasso, past Presidente Rotary Club Cuneo 1925; l’ing. Domenico Giglio, Circolo Rex, Roma; il dott. Giuseppe Catenacci, presidente on. Associazione Nazionale ex Allievi della Nunziatella; il conte Alessandro Cremonte Pastorello, vicepresidente della Consulta dei Senatori del Regno; Gianni Stefano Cuttica, l'avv. Pietro Luca di Windegg e il dott. Luciano Garibaldi, membri della Consulta dei Senatori del Regno; il cav. Giovanni Ruzzier; il dott. Andrea Borrella, Comitato Scientifico dell'Annuario della Nobiltà Italiana; il prof. Dario Seglie, Direttore CeSMAP; il col. Carlo Cadorna; il dott. Marco Bertoncini, saggista; il dott. Vanni Cordero; il dott. Alfonso De Filippo, l’avv. Alessandra Terzolo; il prof. Carlo Sburlati, Premio Acqui Storia; il sig. Alberto Guerci, assessore alla cultura del Comune di Viù (TO); la dott.sa Annalisa Santini, storica; il prof. Aldo G. Ricci, Sovrintendete Emerito dell’Archivio Centrale dello Stato; l'avv. Pietro Luca di Windegg; il dott. Agostino Mattoli (nipote dell’omonimo medico di Giovanni Giolitti) e il dott. Alfonso De Filippo.

Il sen. Giorgio Bergesio, nel corso della seduta del pomeriggio, ha ricordato nell’aula del Senato l’importante ricorrenza, rendendo omaggio a Giovanni Giolitti e citando, nel proprio intervento, la cerimonia in quel momento in corso a Cavour.

Al termine dell’incontro il direttivo dell’ASSGG ha annunciato il convegno di studi sull’età emanuelino-giolittiana (1900-1921) in programma il 28-29 settembre a Vicoforte (CN), ove riposano le Salme di Vittorio Emanuele III e della Regina Elena.

I partecipanti hanno dichiarato il loro stupore per l'assenza della Provincia di Cuneo e dei sindaci (o loro rappresentanti) di Cuneo, Cavour, Dronero e Mondovì, tutti invitati, quasi Giolitti non sia parte sostanziale della loro storia.

Fotografie di Federico Pistone.

Condividi l'articolo

Autore dell'articolo

Commenti all'articolo